Navello - La finestra italiana dal 1824

Il Legno, una scelta nel rispetto della natura

Il legno è il più antico materiale naturale e rinnovabile utilizzato per la costruzioni di finestre.

Scegliendo solo quello proveniente da piantagioni strettamente controllate, nel rispetto del ciclo vitale degli alberi e senza depauperare il patrimonio boschivo, si favorisce il necessario riciclo e rimboschimento.

Nel periodo che va dalla seconda guerra mondiale al 1980 la superficie boschiva italiana è cresciuta del 30%, mentre dal 1985 ad oggi è cresciuta di un altro 20%.

Con lo stesso ritmo crescono i boschi europei e nord americani.

Chi sostiene che tagliare gli alberi significa depauperare il patrimonio che tanti benefici dona all'umanità, sono ecologisti dell'ultima ora o imprese che "filantropicamente" hanno lo scopo di aiutare a non tagliare gli alberi, magari proponendo materiali meno "sostenibili" (es. materiali plastici).

Inoltre tutti i materiali esposti alle intemperie sono soggetti a deperimento. Il cemento si sgretola, il ferro si arrugginisce, la plastica si "secca" e l'alluminio si ossida.

Il tempo, negli ultimi anni aiutato dallo smog e dalle piogge acide, non risparmia nulla.

Il legno però, fra i vari materiali normalmente utilizzati nella costruzione di serramenti, ha la caratteristica che, anche se sono trascurate le normali procedure di pulizia e manutenzione, sia in ogni caso restaurabile.

Acquistare un serramento in legno significa quindi compiere una scelta secondo natura.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Proseguendo con la navigazione se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo